Browsing Tag

vaso

Design, Salone del Mobile, Tableware

Shape, colour, matter

Nati sotto il marchio Atipico: i coloratissimi specchi Girotondo design by Zaven, le lampade Balloon design by Giorgia Zanellato o ancora i vasi asimmetrici Kora Vase. Tutti oggetti rigorosamente made in italy e disegnati per lo più da giovani designer; l’azienda è infatti sempre alla ricerca di promettenti talenti e di progetti fuori dagli schemi.

Colourful Girotondo mirrors  by Zaven, lamps Balloon by Giorgia Zanellato and asymmetric vases Kora Vase, have all the same life principle in common: the brand Atipico. All the objects are rigorously made in Italy and designed by young designer. This company leaves always the doors open to promising talents who think outside the box. Continue Reading

Art, Exhibition, Recycle

Inside and outside of Artwo

Ancora pochi giorni per curiosare tra i tavoli del DesignCafè della Triennale di Milano. La mostra Recupero (29 Ottobre – 13 Dicembre 2013), a cura di Valia Barriello, raccoglie alcuni dei progetti in edizione limitata dell’associazione Artwo. I veri protagonisti sono i detenuti della Casa Circondariale di Rebibbia, impegnati a realizzare oggetti ideati da artisti e designer, usando materiali di recupero e prodotti semilavorati. Sottile il confine tra arte e design ma forte e chiaro il messaggio “Fare della detenzione un momento di rieducazione e di recupero” come afferma Silvana Annicchiarico, direttore del Tiennale Design Museum. Nella prima immagine lo svuotatasche Erca di Carlo De Meo realizzato con galleggianti e viti.

We have few more days at our disposal to browse the table of DesignCafè, Triennale di Milano. The exhibition Recupero (29 October – 13 December 2013), cured by Valia Barriello, collects some of the projects in a limited edition by the association Artwo. Leading role for the inmates of the penitentiary of Rebbibia, who are committed to creating objects designed by artists and designers. Although the boundary between art and design is subtle, the message is loud and clear: “Use the detention time as a chance of rehabilitation” affirms Silvana Annicchiarico, director of Tiennale Design Museum. In the first image: the change tray Erca by Carlo De Meo, realised with floats and screws. Continue Reading

Design, Exhibition, Salone del Mobile

Projects of a stylist

Quella della stylist, o prop stylist, è una figura professionale che ha il compito di arredare, contestualizzare, rendere vivo, vissuto, un set. Cora Vohwinkel per il Salone del Mobile 2013 cura lo styling di alcuni stand fieristici.
L’ambiente per Mobileffe è una camera da letto e gli oggetti di scena enfatizzano e vestono gli arredi, come se lo spazio fosse davvero abitato. L’idea -racconta Cora- è quella di ricreare una suite d’hotel, raffinata e con un leggero gusto retrò.

Stylist or prop stylist is a professional figure whose task is to furnish, to adapt and to keep a set alive. During Salone del Mobile 2013, Cora Vohwinkel took care of the styling of some of the exhibition stands.
Mobileffe is in the scene with a bedroom where the objects located emphasize the furniture and give the idea that the room is really inhabited. The aim, asserts Cora, is to combine both a smart touch and a little bit of retro essence, in a deluxe room. Continue Reading

Art, Design, Recycle

Lofé concept store

Al limite tra una galleria d’arte e un negozio di design, Lofé nasce da un’idea di Antonella Lo Feudo. Nel suo store designer, artisti e artigiani trovano spazio per i loro progetti unici come il candelabro firmato Tezontle o il sacchetto in carta lavabile UASHMAMA prodotto attraverso coltivazione, e non deforestazione, da Le sorelle in Lucca, al suo interno un simpatico personaggio opera di Le Pupazze di Gaia Laurini.

Conceived by Antonella Lo Feudo, Lofé represents a border line between an art gallery and a design store. Her boutique hosts designers, artists and craftsmen who find dwelling for their unique projects as Tezontle candleholder or UASHMAMA washable paper bag, produced by Le sorelle in Lucca and manufactured from plantation and not from deforestation. It also includes a ducky character created by Le Pupazze of Gaia Laurini.

Continue Reading