Browsing Category

Recycle

Recycle, Tableware

One all purpose bottle

Che si tratti di una bottiglia di vino o di una di birra non importa, in Via Corsico 3 a Milano non si butta via nulla. Dal gin, al vino, alla vodka ogni bottiglia nasconde un progetto differente. E così, grazie a tagli strategici, Brandstorming realizza lampade, tazze, set completi di bicchieri e molto altro.

No matters if it is a wine or a beer bottle, at 3 Corsico Street in Milan, nothing is wasted. From gin to wine or vodka, each bottle hides a different project. That is the way how through strategic cuts, Brandstorming creates lamps, cups, glass set and much more! Continue Reading

Recycle, Restaurant

28 guests

A Milano, in zona Navigli, il ristorante 28 Posti si fa silenziosamente notare. In primis per la sua forma: l’atmosfera è calda ed essenziale allo stesso tempo. I lavori di ristrutturazione sono stati realizzati dai detenuti dell’Istituto Penitenziario di Bollate che, oltre al lavoro sugli interni, hanno prodotto anche tavoli, porte ed armadi sotto la supervisione dell’ebanista Giuseppe Filippini. Ideatori e progettisti: Silvia Orazi, Gaetano Berni, Francesco Faccin e Maria Luisa Daglia. Partner del progetto Liveinslums NGO.

In Milan, the neighborhood of Navigli, hosts the restaurant 28 Posti, that asserts itself silently. Firstly for its appearance: the atmosphere is cosy and essential at the same time. The renovations have been made by the inmates of the Correctional Institute of Bollate that, in addition to the work on the interior, have also produced tables, doors and cupboards under the supervision of the cabinetmaker Giuseppe Filippini. Creators and designers: Silvia Orazi, Gaetano Berni, Francesco Faccin e Maria Luisa Daglia. The project partner is Liveinslums ONG. Continue Reading

Bijoux, Homi, Recycle

Vicolopagliacorta

Curiosando per la fiera Homi abbiamo incontrato anche Vicolopagliacorta con la sua divertente linea di bijoux “istruzioni zero”, realizzata utilizzando esclusivamente materiali di recupero. Tasti di computer Apple e mattoncini Lego vengono incollati tra loro per creare spille, anelli e ciondoli. Moltissima fantasia nello studio delle forme e tante combinazioni colore da scegliere.

By browsing through the exhibition Homi, we also met Vicolopagliacorta with its funny “istruzioni zero” jewellery collection made using only recycled materials. Keys scavenged from Apple laptops and Lego bricks are glued together to create brooches, rings and charms. Vicolopagliacorta is synonymous of overwhelming imagination in the study of shapes and many colour combinations. Continue Reading

Art, Exhibition, Recycle

The art of make do and mend

Made in Slums, la mostra al Triennale Design Museum fino al 16 Febbraio 2014, mette in luce gli oggetti autoprodotti dagli abitanti di Mathare, Nairobi. Dalla presina per pentole all’arricciacapelli, tutti gli utensili sono realizzati con scarti di legno, vecchie lamiere o bidoni; per molti di essi il risultato è puro design. Curata da Fulvio Irace, l’esposizione nasce dal lavoro sul campo dell’ONG Liveinslums che ha coinvolto, tra gli altri, anche il giovane designer Francesco Faccin.

Made in Slums, the exhibition at Triennale Design Museum until February 16, highlights objects produced by the inhabitants of Mathare, Nairobi. From potholder to curling iron for hair: all the utensils are made from scraps of wood, old metal sheets and bins. For many of them, the result is pure design! The exposition, curated by Fulvio Irace, stems from the fieldwork of NGO Liveinslums that involved the young designer Francesco Faccin. Continue Reading

Art, Exhibition, Recycle

Inside and outside of Artwo

Ancora pochi giorni per curiosare tra i tavoli del DesignCafè della Triennale di Milano. La mostra Recupero (29 Ottobre – 13 Dicembre 2013), a cura di Valia Barriello, raccoglie alcuni dei progetti in edizione limitata dell’associazione Artwo. I veri protagonisti sono i detenuti della Casa Circondariale di Rebibbia, impegnati a realizzare oggetti ideati da artisti e designer, usando materiali di recupero e prodotti semilavorati. Sottile il confine tra arte e design ma forte e chiaro il messaggio “Fare della detenzione un momento di rieducazione e di recupero” come afferma Silvana Annicchiarico, direttore del Tiennale Design Museum. Nella prima immagine lo svuotatasche Erca di Carlo De Meo realizzato con galleggianti e viti.

We have few more days at our disposal to browse the table of DesignCafè, Triennale di Milano. The exhibition Recupero (29 October – 13 December 2013), cured by Valia Barriello, collects some of the projects in a limited edition by the association Artwo. Leading role for the inmates of the penitentiary of Rebbibia, who are committed to creating objects designed by artists and designers. Although the boundary between art and design is subtle, the message is loud and clear: “Use the detention time as a chance of rehabilitation” affirms Silvana Annicchiarico, director of Tiennale Design Museum. In the first image: the change tray Erca by Carlo De Meo, realised with floats and screws. Continue Reading

Design, Recycle

Custom-designed recoup

Ha un forte concept alle spalle Schiuma Design Post Design. Non solo produzione su misura di arredi, in collaborazione con diverse aziende, ma anche e soprattutto recupero; ripensare e riprogettare un oggetto per dargli un nuovo carattere. Con la guida di Tommaso Schiuma, il punto vendita a Matera è una vera scoperta. Tra i prodotti più interessanti c’è Carattere, una linea di lettere luminose recuperate da vecchie insegne.

Schiuma Design Post Design has a strong concept behind it. Not only productions of custom-made furniture -in collaboration with several companies- but also and especially use of recyclable materials: rethink and redesign the objects to give them a new personality. The point of sale in Matera, led by Tommaso Schiuma, is a real surprise. Among the most interesting products, there is Carattere, a line made up of bright letters recouped by old signs. Continue Reading

Lifestyle, Macef, Recycle

A little factory

Colorate, profumate e divertenti, sono le creazioni della ex costumista di teatro Paola Brunello. Con il marchio Rosso Cuore al Macef, sezione Creazioni, ha presentato un mondo di piccoli oggetti: bomboniere, biglietti, partecipazioni, profumatori per cassetti travestiti da ghiaccioli e pasticcini. Una “piccola fabbrica di regali e parole”, come lei stessa la definisce. Un mix di tessuti colorati, spezie e molta, moltissima fantasia.

Paola Brunello, the former costume designer, chooses Macef (Creazioni sector) as pencil case for her funny colourful and perfumed creations. Her brand Rosso Cuore offers a realm full of objects of desire… An example? Party favours, cards, invitations, perfumed sachets disguised as ice lollies and cakes. “A little factory of gifts and words”, as she describes it, combines a mix of colourful textiles, spices and a boundless fantasy. Continue Reading